L’irrazionalità della percezione macroscopica della realtà

Galileo Galilei (1633) disse che l’uomo deve esercitare la propria coscienza razionale per non essere fuorviato dalla illusione di ciò che vede, altresì continuerà a credere che sia il sole a girare attorno alla terra evitando di capire quanto sia assurdo che la piccola terra sia posta al centro di tutto il Creato.
Sempre allo scopo di evitare l’illusione sulla percezione della distanza, Galileo mise in evidenza che la distanza tra la terra e la luna, pur essendo logicamente costante, faceva apparire più grande la luna alla sua apparizione dietro una collina mentre sembra allontanarsi in alto nel cielo perchè la dimensione lunare al mezzogiorno appare normalmente più piccola.
Malgrado l’insegnamento di Galileo di non fidarsi della nostra percezione della realtà macroscopica che risulta efficace solo a distanza ravvicinata, ancora nel 2020, in epoca della Pandemia Covid.19, è stato ritenuto utile considerare il contagio del virus Corona, che è di dimensione nanometrica, come se fosse generato unicamente dal contatto di “goccioline macroscopiche visibili” le quali per gravità cadono a terra dopo il distanziamento di circa un metro. Per inciso tale separazione tra le persone di un metro e veramente riduttiva. Ricordiamo infatti che il Botanico Robert Brown, (1827) studiò l’impollinazione aerobica del polline di dimensioni micrometriche e si stupì di come la fluttuazione del polline sembrava impedire di depositarlo a terra (Moto Browniano) così che misurò come il polline maschile di felci e piante feconda l’organo femminile a distanze maggiori di un chilometro.
Questa è la ragione per cui le goccioline evaporando rilasciano il virus in ambienti assai ampi che debbono essere periodicamente sanificati.
Di conseguenza il virus Corona fluttua nell’aria e può differenziarsi per via di mutazioni locali ed infine il Covid.19 non si trasmette unicamente per contagio diretto tra le persone.
Inoltre l’impostazione riduttiva del “distanziamento sociale”, relativa alla opinabile distanza di un metro, decisa a protezione del contagio del virus, di fatto ha escluso ogni considerazione scientifica moderna sulle proprietà di comunicazione a distanza, effettuate dalla trasmissione di quanti di energia ,che vengono diffuse e che sono in relazione alla effettiva dimensione nanometrica del Covid.19 .
Pertanto una più moderna concezione del contagio virale implica una profonda revisione “quantistica” della interazione tra la genetica umana e la epigenetica indotta dalla interazione virale.
Purtroppo in proposito dell’innovazione cognitiva della “Biologia Quantica”, proposta dal cluster Egogreanet, della quale avremmo trattato al convegno programmato per il 27 marzo 2020 non svoltosi proprio a causa della imposizione del Lock-Down ( vedi locandina in: https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=124888 ).
Così che ora, durante la graduale riapertura della mobilità, ci ritroviamo in una situazione ancora più accentuata di arretratezza concettuale della scienza , macroscopicamente imposta dalle visione obsoleta sulla percezione della vita, del benessere e della salute che è stata imposta dagli esperti virologi,infettivologi ed epidemiologi,… ecc, … e infine i politici, i quali non sembra conoscano nulla o quasi del campo della ricerca della moderna “Biologia Quantica” applicabile alla comunicazione del virus Covid 19 con il DNA Umano.
La Bioquantica infatti permette una nuova visione moderna relativa all’azione epigenetica del virus.
Ad esempio, nel quadro logico della scienza “Bioquantica” ipotizziamo che lo “Spike proteico ” (chiodo, spina) che caratterizza il Covid.19. abbia la funzione di “sensore quantico” che permette di esplorare l’attività di comunicazione della rete cellulare con cui interagisce puntualmente il virus Corona determinando una variazione istantanea di energia della rete cellulare di comunicazione quantica così che contemporaneamente lo “Spike” attiva la risposta immunitaria e inoltre permette al virus di estrarre l’energia di attivazione necessaria per la fusione della “Capside ” per liberare l’RNA virale.
Di questa ipotesi discuteremo al seminario di studi che come Egocreanet abbiamo intenzione di realizzare prossimamente, in date e luogo da concordare , con coloro che vorranno parteciparvi attivamente per rilanciare le tematiche che hanno caratterizzato la promozione delle scienze Bioquantiche della vita nei recenti quattro anni che sono:

1) Dalla Quantistica alla Bioquantica
2) Entanglement e Biocampi
3) DNA’- Antenna rice-trasmittente
4) La percezione cerebrale Bioquantica
5) Modulazione Laser ed effetti foto-bioacustici.
6) il Quarto Stato dell’Acqua
7) La quantizzazione della energia sottile
8) La condivisione di informazione tra genetica ed epigenetica

Una sintesi dei suddetti temi che hanno caratterizzato la attività di promozione della innovazione scientifica e culturale dei recenti anni, faranno parte integrante del “Nuovo Corso di Formazione”, co-organizzato dal Cluster Egocreanet, a partire dal prossimo Settembre 2020, che sarà aperto ad ulteriori contributi proposti dai Relatori che oggi invitiamo a collaborare, inviandomi una e-mail di adesione all’iniziativa, specificando il tema del proprio eventuale contributo all’indirizzo: <egocreanet2016@gmail.com>

Firenze 06/07/2020

Share

EGOCREANET PERU: recensione storica 25 anni

INSTITUTO PARA EL DESARROLLO HUMANO-EGOCREANET PERU – RESEÑA HISTÓRICA 25 AÑOS

EGO-CreaNET es el Sistema “online” del Laboratorio de Investigación Educativa de la Universidad de Florencia, Italia. Su Sede en el Perú, es EgocreaNet Perú,asociada a la ONG PRO HUMANITAS -Instituto para el Desarrollo Humano.

EGO-CreaNET is the “online” system of the Educational Research Laboratory of the University of Florence, Italy. Its headquarters in Peru is EgocreaNet Peru, associated with the NGO PRO HUMANITAS – Institute for Human Development.

Seminario internazionale Troina 1998
Grupo Coordinador del Seminario Internacional Troina 1998: Martin Stiglio, Dario Cillo, Adelio Schieroni, Giuseppe Fortunati, Francesco Franci, Bruno Nati

La Sede del Laboratorio de Investigación Educativa de la Universidad de Florencia en el Perú, ha creado el Programa “Albedo” y “Joven Crea” para el desarrollo de las propuestas sobre la creatividad que se ponen en la Red a través de los distintos Centros de investigación y Universidades de Italia, del Perú y de otros países participantes en esta Red Internacional.
Por ello es que EGO-CreaNET Perú está desarrollando formas diversas de cooperación y Proyectos con Universidades, y centros de Investigación, tanto local como internacionalmente.
Revista electrónica Albedo Perú.

Pertenece a EgoCreaNet-ALBEDO Perú en colaboración con la asociación científica EGO-CreaNET, “Asociación Network Internacional para los Observadores de la Creatividad” de la Universidad de Florencia, Italia.

El Seminario Internacional EGO-CreaNET’98 en la ciudad de Troina, trató sobre “Creatividad y Desarrollo de la comunicación Interactiva en la world wide web”…

leer más – continua a leggere – read more

 

Share

Oltre 25 anni di sinergie: EgocreaNET – Fatateam – See

1995 -:- 2020

Le associazioni di Ricerca e Sviluppo EgocreaNET Onlus/NGO, Fatateam e See (società Spin Off LRE Università di Firenze), hanno da poco ( 04/04/2020) simbolicamente festeggiato un importante anniversario che rappresenta 26 anni di fattiva collaborazione di ricerca scientifica, sociale e tecnologica su “Creatività e Cambiamento”.

L’idea collaborativa è iniziata grazie alla “Catalisi Creativa” del Laboratorio di Ricerca Educativa (LRE) del Dipartimento di Chimica dell’Università di Firenze che ha sempre sostenuto che la creatività non ha un carattere genetico, in quanto le biochimiche del cervello possono essere catalizzate trasformando l’informazione in una nuova dimensione cosciente della mente.

In tutti questi anni gli studi si sono dipanati in diverse ed eterogenee direzioni perchè il sapere evolve nel tempo e gli studiosi, se effettuano ricerche applicate ai possibili scenari del futuro e costruiscono mattoni fondamentali alla loro  realizzazione, hanno il dovere morale di analizzare i più svariati aspetti della conoscenza a tutto tondo e più.

Vedere l’impossibile per immaginare il possibile©ª

Fonte: Oltre 25 anni di collaborazione

ª©See

EgocreaNET - Fatateam - See
EgocreaNET – Fatateam – See Spin Off LRE Università di Firenze
Share